Turno di notte

Condividi con i tuoi social preferiti!

 

Dall’alba al tramonto,
di giorno e di notte.
Di sera, la sveglia che ricorda,
è ora di dormire.
Si azzerino i pensieri,
spariscano le paure,
il caldo che ricopre le dita intorpidite.
Un sonno non tranquillo,
“speriamo che mi sveglio!”,
coi fantasmi già sul letto che aumentano di peso.
E appena apri gli occhi già comincia la giornata,
la passione, i bei sogni, tutto quanto accantonato.
L’abitudine vincente che ti illumina il percorso,
senza distogliere lo sguardo prosegui sempre dritto,
con la forza di un guerriero mai caduto da cavallo,
con la stanchezza del cavallo sempre sotto il suo padrone.
Cominci a pensare in anticipo, prima di tutti,
e quando loro accendono i pensieri tu sei già giunto a conclusioni.
Con la strada che ti parla e la pioggia tua grande amica,
puoi contare sul supporto di chi ti affianca fino a sera.
Disperato condottiero di una vita un po’ arrangiata,
disperditi nella notte, tra i colori del tuo cielo.
Dall’alba al tramonto,
di giorno e di notte,
che non sarebbe lo stesso senza la certezza,
che appena si fa giorno qualche pensiero sia anche per te.

Andrea Abbafati

 

Una risposta a “Turno di notte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.